La polvere che fa ricrescere le dita

Alcuni ricercatori americani stanno sperimentando una polvere in grado di far ricrescere le dita su un gruppo di 10 soldati di Fort Sam Houston, San Antonio, che hanno subito danni permanenti alle dita delle mani.
Si tratta di una polvere estratta dalla vescica di maiale in grado di aiutare e stimolare la rigenerazione dei tessuti ed utilizzata fino ad ora sugli animali.
Un caso conosciuto è quello di Lee Spievack, un venditore di Cincinnati che ha perso il dito medio della mano destra in un infortunio sul lavoro nell’estate di due anni fa. Grazie al fratello, Alan Spievack, un ex chirurgo di Harvard e fondatore di una società che produce un estratto di vescica di maiale utilizzato sui cavalli per aiutare la ricrescita di legamenti e delle zampe rotti, Lee ha visto ricrescere in 4 mesi di costante applicazione il proprio dito con la sola differenza che la pelle sembra più spessa e callosa e che l’unghia ricresce molto più velocemente delle altre.
Nonostante non ci siano prove scientifiche a dimostrazione dell’effettiva validità dell’estratto, gli esperti di medicina rigenerativa sostengono che un minimo risultato positivo della sperimentazione rappresenterebbe comunque un buon punto di partenza.
Grazie alla conoscenza dei processi biologici rigenerativi, un domani si potrebbe riparare o riprodurre qualsiasi organo vitale danneggiato.